Loading...

Blog

Gli articoli di Vela Insieme

L’arteterapia tra le attività di Vela Insieme

L’arteterapia come completamento della velaterapia nel processo di integrazione tra disabili e normodotati

DSC_0193Con la nascita del progetto “Un mare di laghi”  Vela Insieme ha deciso di accompagnare le normali attività di velaterapia con una attività ben strutturata di arteterapia. I ragazzi che prendono parte al progetto infatti durante la due giorni sui laghi per iniziare a conoscere il mondo della barca a vela con le sue regole, prendono parte anche a sessioni di arteterapia guidate dalla nostra collaboratrice la dottoressa Federica Sandrini arte terapeuta che ci offre gentilmente questo contributo e l’intervista a seguire:

Come funziona l’arteterapia?

I metodi che vengono utilizzati in Arteterapia hanno molteplici valenze: socializzanti, espressive e di sviluppo DSC_0254personale. A queste si accompagna la caratteristica di riscoprire l’arte intesa come una risorsa con cui interagire nel mondo delle relazioni e delle esperienze.

La conduttrice elabora attività mirate per intervenire sul gruppo, affinché l’interazione e la conoscenza tra i membri siano il punto centrale. Sono attività in cui le persone “fanno insieme”, in una dimensione collaborativa e creativa.

 

L’arteterapia non è un’attività di intrattenimento o animazione ma una modalità per esprimersi insieme, per conoscersi in maniera autentica, eludendo per quanto possibile preconcetti e pregiudizi.

L’esperienza pratica della barca a vela è un’attività che permette di condividere momenti autentici attraverso una modalità assolutamente concreta. Nella pratica artistica si elabora sul piano simbolico l’esperienza in barca e le percezioni sensoriali che ne derivano.

5 risultati che si possono ottenere con l’Arteterapia

  • Consolidare l’appartenenza al gruppo e l’integrazione tra i diversi membri che ne fanno parte.
  • Incentivare l’autonomia espressiva, la libertà di interazione e di manifestare la propria personalità.
  • Sviluppare capacità di osservazione e ascolto dell’altro.
  • Valorizzare le differenze in quanto valore aggiunto all’interno del gruppo.
  • Favorire la comunicazione tra i membri nel perseguire un obiettivo comune.

Come si svolge l’attività per i ragazzi di Vela Insieme

Usando i giochi di gruppo le persone che inizialmente non si conoscono tra loro, acquistano graduale confidenza e fiducia.

I giochi di gruppo rendono la comunicazione più fluida, soprattutto nelle persone timide che hanno bisogno di essere stimolate. Eventuali ostilità e barriere verso lo sconosciuto si rompono più facilmente.

DSC_0213Nel corso di un lavoro di gruppo si introducono giochi per sbloccare situazioni statiche, oppure per fare emergere determinate dinamiche nelle interazioni che impediscono il flusso di comunicazione.

Usando la parola gioco è facile cadere in banalizzazioni sul lavoro proposto: il divertimento procurato dai giochi aiuta molto nel creare un’identità di gruppo, alleggerendo le tensioni, l’ansia da prestazione e contribuendo a costruire un’atmosfera aperta e di accettazione reciproca.

Attività di intervento sul gruppo: gli strumenti espressivi proposti fanno parte del repertorio artistico, in particolare delle arti visive come l’uso di tele e di colore acrilico. Le attività sono strutturate in modo tale da alternare momenti di condivisione dove la relazione è stimolata, a momenti di riflessione e concentrazione individuale. É importante sottolineare anche la percezione del corpo, che a noi interessa in quanto “persona” che necessita di una dimensione espressiva, spontanea, consapevole e intenzionale: il gesto è espressione della propria totalità, corpo e mente insieme.

 

L’acqua tema comune tra arteterapia e velaterapia

DSC_0244Lo scopo dell’introduzione dell’arteterapia tra le attività di Vela Insieme è DSC_0242quello di abbattere i pregiudizi nei confronti della disabilità.

Il comune denominatore tra le due attività è l’acqua considerata come ambiente in cui saldare rapporti umani, ricca di nutrimento per le relazioni.

Essere circondati dall’acqua stimola la sensazione di spaesamento, può alimentare la fantasia del tagliare i ponti con la terra ferma, focalizza l’attenzione sui propri i compagni di viaggio, alimentando il sentimento di unione, come un filo che piano piano, giorno dopo giorno unisce tutto l’equipaggio.

 

Commenti (1)

Arteterapia con Vela Insieme
il 24 gennaio 2016 alle 14:52

Ecco il link all’intervista completa Arteterapia Attiva

Vuoi commentare?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *