vela-insieme-corso-primo-soccorso

Corso di formazione BLS – Basic Life Support

Sono stati oltre una ventina gli skipper, aiuto skipper ed educatori arrivati da diverse parti d’Italia che hanno partecipato al corso di formazione “Primo Livello BLS” organizzato dalla nostra Associazione Sabato 12 Aprile 2014 in vista dei prossimi appuntamenti in mare.

L’iniziativa, organizzata in collaborazione col Pronto Soccorso di Grosseto, si è sviluppata in due precisi momenti, uno teorico e l’altro pratico, per fornire ai volontari tutte le nozioni fondamentali per affrontare un’emergenza medica in mare.

“Il progetto Velaterapia” ha sottolineato nell’occasione Bruno Brunone Presidente dell’Associazione “non è una semplice gita in barca a vela. Le nostre mini crociere con equipaggi misti, volontari normodotati e giovani con disabilità, nascono per dare delle risposte scientifiche; per monitorare gli effetti di questo prezioso e unico momento di conoscenza e convivenza in un ambiente ristretto, su tutti i partecipanti. Per raggiungere tale obiettivo il primo passo è dunque quello di garantire la sicurezza, ecco il perché di questo corso di formazione e di preparazione”.

A formare i volontari sulle procedure specifiche per intervenire in aiuto a persone colpite da arresto cardiaco improvviso, ivi compresa la tecnica di rianimazione cardiopolmonare con l’uso del defibrillatore (BLS-D), è stato il dott. Antonio Della Sbarba del 118 di Grosseto: “In caso di emergenza medica è fondamentale sapere cosa fare ha spiegato ai presenti riuniti presso la sede di via Ravel, “e questo vale ancora di più se ci troviamo in mezzo il mare, dove i soccorsi possono arrivare anche dopo un’ora. Oggi abbiamo a disposizione il defibrillatore semiautomatico in grado di effettuare la defibrillazione delle pareti muscolari del cuore in maniera automatica, indicando al soccorritore quale manovra effettuare”.

Proprio perché Vela Insieme si occupa di garantire un momento di convivenza e socializzazione a persone con difficoltà, il 118 di Grosseto ha accolto con entusiasmo l’iniziativa in oggetto, come il dr. Della Sbarba ci ha confermato.

“Il mio obiettivo”, ha continuato, “è di spiegare in modo semplice ma preciso quali manovre e procedure possono salvare una vita”.

Terminata la parte teorica, il  corso è continuato con la sessione pratica. Grazie all’utilizzo di un defibrillatore e di un manichino, i partecipanti hanno potuto misurarsi con quanto appreso, fare domande e chiarire dubbi.

Una giornata insomma davvero molto utile ed istruttiva!

Per approfondimenti, immagini ed interviste dell’evento vai al link FastVideoToscana.it

Lascia un commento