Si chiude la stagione estiva di Vela Insieme con la consueta festa di fine estate, l’occasione di ritrovarsi ad un’unica tavola, raccontarsi le esperienze appena trascorse e immaginare le prossime avventure. Si è svolto domenica il decimo raduno nazionale dell’associazione con base nautica alla Marina di Scarlino che da anni organizza viaggi e crociere accessibili ai disabili facendo del mare e della navigazione “strumenti” di aggregazione ed integrazione.

L’incontro, per il secondo anno consecutivo, si è svolto nella suggestiva e imponente Cripta di Gesù, sede della contrada di Voltaia a Montepulciano.

Dopo una stagione caratterizzata da progetti e importanti traguardi, il presidente Bruno Brunone, ha voluto riunire tutti coloro che hanno partecipato alle crociere o hanno contribuito alla realizzazione delle numerose iniziative. Tanti sorrisi, sguardi felici ed un desiderio comune di condividere e stare insieme. C’erano ragazzi disabili e con problemi mentali provenienti da ogni parte d’Italia, giovani normodotati, genitori, skipper e anche chi, conosciuto il nobile progetto, ha voluto collaborare o prestare il proprio aiuto.

Il raduno si è aperto con la lettura delle poesie di Alice per proseguire poi con premiazioni, giochi, canti e, ovviamente, un ottimo pranzo preparato dai volontari della contrada Voltaia. Il tutto accompagnato dalle allegre e spensierate  note della band 45 giri.

“Vela Insieme è la prova– ha dichiarato Gabriele uno dei più affezionati partecipanti – che con impegno e amore si possono superare tutte le barriere e arrivare lontano”.

A breve l’associazione presenterà i risultati della Velaterapia che, dati i soddisfacenti esiti degli studi condotti negli anni precedenti, anche per il 2012 ha ottenuto dalla Regione Toscana il finanziamento del progetto.

Lascia un commento